Bitcoin registra un nuovo record superiore a 37.800 dollari: il tempo di vendere?

I trader si sono accalcati più in profondità nel mercato Bitcoin nella prima sessione asiatica di giovedì, scommettendo su un grande aumento della spesa pubblica sotto il controllo democratico del Senato.

Il tasso di cambio BTC/USD, uno degli strumenti principali per volume nello spazio di criptovaluta, è salito al suo massimo record di 37.810 dollari a mezzogiorno di Shanghai. I suoi guadagni in eccesso hanno spinto i rendimenti della Bitcoin Rush a gennaio al 31,19 per cento, portandola tra le attività più performanti al mondo nel 2021.

Bitcoin flirta con le aree sensibili agli orsi a seguito del suo movimento parabolico al rialzo.

Altrove nei mercati delle criptovalute, gli altcoin hanno preferito seguire i Bitcoin per segnare i loro massimi individuali di sessione. Il secondo più grande mercato di crittografia dell’Etereum è saltato sopra i 1.200 dollari per la prima volta dal gennaio 2018. Anche una pedina controversa come l’XRP ha registrato un rendimento del 30% sul suo time frame modificato di 24 ore, illustrando i rischi più elevati e la speculazione sul mercato.

Una più ampia mossa al rialzo su Bitcoin e i suoi asset rivali ha spinto il tetto complessivo del mercato del cripto oltre i 1.000 miliardi di dollari.

Acquisti eccessivi e spensieratezza

Gli indicatori grafici da manuale, come il Relative Strength Index, leggono il rally dei prezzi come „ipercomprato“. Il trader veterano Peter Brandt ha evidenziato preoccupazioni simili nel suo ultimo tweet, aggiungendo però che „Bitcoin sta ridefinendo il concetto di ipercomprato“ che potrebbe non riguardare le definizioni classiche.

„I mercati dei tori diventano e rimangono ipercomprate“, ha spiegato con un grafico storico dei prezzi Bitcoin (come mostrato di seguito). „I principali mercati dei tori diventano in gran parte ipercomprate. I mercati storici dei tori diventano storicamente ipercomprato. Le frecce rosse segnano i punti medi dei progressi parabolici“.

Parabole bitcoin e correzione nel corso della sua storia.

I cosiddetti „punti medi“ accennavano a una correzione dei prezzi a breve termine, ma ponevano quei cali come piani che potevano aumentare ulteriormente il valore di Bitcoin. L’attuale tendenza parabolica matura vicino ai 320.000 dollari.

„C’è stato un momento nel 2017, poco dopo che BTC ha rotto il suo precedente massimo di 1200 dollari, in cui molti [altcoin] sono andati quasi vertical-pullback erano praticamente inesistenti“, ha aggiunto un analista indipendente conosciuto con il suo pseudonimo Credible Crypto. „Stiamo per vederlo di nuovo [secondo me]. Ora non è il momento di vendere la pompa – è il momento di sedersi e guardare la pompa, pompare“.

Vendere o comprare Bitcoin?

Le dichiarazioni hanno lasciato ai trader due opzioni: o possono trovare il coraggio di affrontare correzioni di prezzo più grandi e continuare a tenere Bitcoin per potenziali profitti a lungo termine o seguire la strategia „vendi-il-top-buy-the-dip“ per mantenere i loro bilanci fiat più alti. In entrambi i casi, Bitcoin promette di muoversi più in alto.

Ciò è dovuto a una raffica di fondamentali rialzisti, che vanno dalle politiche colombare della Federal Reserve al deprezzamento del potere d’acquisto del dollaro USA. Più di recente, la prospettiva che i Democratici pro-stimolo vincano il Senato ha aumentato ulteriormente la possibilità di ulteriori cali del dollaro (è sceso di oltre il 12% da marzo).

Il Bitcoin, che viene fornito con un’offerta finita di 21 milioni, e offre ai cittadini la possibilità di effettuare transazioni e trasferire il valore senza intermediari centrali, ha scambiato inversamente all’indice del dollaro USA da marzo. La criptovaluta è cresciuta dell’880 per cento rispetto al suo nadir di metà marzo sotto i 4.000 dollari.

„L’euforia è inebriante, ma la cryptocurrency ha bisogno di un ritiro e di un consolidamento se BTC vuole raggiungere i 100.000 dollari e l’ETH le medie e alte migliaia“, ha osservato Chris Burniske, partner della società d’investimento Placeholder con sede a New York. „Questo non significa che questo mercato #crypto bull sarebbe finito, ma piuttosto un periodo di ricarica per un’altra ondata“.

È ora di vendere? Ora è aperto alle interpretazioni.